Taranto e il suo Vino

tarantoTaranto viene anche chiamata Tarentum (nome latino).

Taranto-on-the-road

Dici Taranto e pensi al mare cristallino e alle spiagge stupende. Ma dire Taranto significa dire anche Vino, ossia un binomio che funziona perfettamente.

L’estate tarantina è solitamente molto calda ed afosa, con valori che talvolta raggiungono anche i 35/40 gradi. In questa terra, che un tempo si chiamava Magna Grecia, il vino è un pilastro fondante della cultura, come testimoniano le centinaia di riproduzioni su coppe, anfore e affreschi conservati presso il Museo Acheologico Nazionale di Taranto. Il clima, i mesi e le stagioni nel tarantino sono scanditi dalla vita degli agricoltori della zona nell’attesa della vendemmia che porterà ogni anno un “nuovo vino” da gustare e da accompagnare a prodotti del territorio.

Questi vini tarantini, uno dei più noti, il primitivo di Manduria, si sposano perfettamente con carni rosse e selvaggina e con degli splendidi taglieri di salumi e formaggi. Salumi e formaggi di origine locale come ad esempio il Capocollo di Martina Franca, il Pecorino si inseriscono perfettamente nell’intento di valorizzare il territorio.